dintorni


Santuario Crea - facciataSacro Monte di Crea e Parco Naturale di Crea  (2 km)

Il Sacro Monte di Crea è situato su una delle più alte colline del Monferrato, nei pressi di Serralunga di Crea, in Provincia di Alessandria.

Come gli altri Sacri Monti di Piemonte e Lombardia, anche quello di Crea è situato in un vasto parco naturale: in esso si realizza quella suggestiva sintesi tra paesaggio, arte e memoria storica, che ne costituisce la cifra interpretativa. I Sacri Monti del Piemonte, assieme a quelli della Lombardia, sono stati inseriti nel 2003 dall’UNESCO nell’elenco dei patrimoni dell’umanità (wikipedia). A soli 2 km dal Castello, può essere una buona scusa per far 2 passi in campagna.

moncalvo-teatro_civicoMoncalvo (6 km)

Moncalvo offre molti spunti ed occasioni per visitarla:

  • il mercato settimanale di giovedì; frutta, verdura e prodotti locali
  • la Fiera del tartufo ad ottobre (sito dell’evento)
  • La manifestazione estiva “Moncalvo in Danza” (sito ufficiale)

Vignale_Monferrato-panoramaVignale (12 km)

Vignale, un pittoresco paese nel cuore del Monferrato, era già conosciuto in epoca romana. Il borgo risale al Medioevo, apparteneva al Marchesato degli Aleramici. Per la posizione collinare fu munito di un castello. In seguito le dinastie dei Paleologi ampliarono il borgo e lo circondarono di mura.  Vignale è la capitale del barbera e del grignolino. Da segnalare il festival “Vignale Danza” (sito ufficiale)

Casale_Monferrato-palazzo_in_via_MameliCasale Monferrato (22 km)

Casale è una città ricca d’arte, storia, tradizioni e cultura, come dimostrano le dimore nobiliari, i palazzi storici, i monumenti, le chiese e i celebri castelli disseminati sulle colline monferrine.

Il centro storico, in particolare, rappresenta la migliore testimonianza dell’illustre passato di Casale, con il Castello, la Torre civica dell’XI secolo, il Duomo, uno dei più grandiosi esempi di architettura romanico-gotica del Piemonte, i palazzi di via Mameli, con l’elegante esempio di barocco casalese riconoscibile nel palazzo Treville, la Sinagoga nel caratteristico ghetto ebraico.

ASTI - il PalioAsti (25 km)

Asti è una città a misura d’uomo.
Nota ovunque per i suoi vini e la cucina, meno forse, e a torto, per la sua bellezza dal punto di vista artistico, va scoperta a piedi, passeggiando nel suo centro storico che conserva l’assetto urbanistico medioevale.

Per informazioni per le numerose manifestazioni (tra cui il famoso “Palio di Asti“) che caratterizzano la vivacità della città visitate il sito ufficiale.

Venaria Reale (TO)- Il complessoVenaria Reale (84 km)

La Venaria Reale, grandioso complesso alle porte di Torino con 80.000 metri quadri di edificio monumentale della Reggia e 60 ettari di Giardini, beni adiacenti al seicentesco Centro Storico di Venaria ed ai 3.000 ettari recintati del Parco La Mandria, è un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997 e aperto al pubblico nel 2007 dopo essere stato il cantiere di restauro più rilevante d’Europa per i beni culturali.

L’edificio monumentale, vanta alcune delle più alte espressioni del barocco universale: l’incantevole scenario della Sala di Diana progettata da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie Juvarriane, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni, la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte d’onore rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia. Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale.

Il Forte di Bard - AostaForte di Bard (104 km )

Il Forte di Bard, rimasto pressoché intatto dal momento della sua costruzione, rappresenta uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento di primo Ottocento.

La piazzaforte è costituita da tre principali corpi di fabbrica, posti a diversi livelli, tra i 400 e i 467 metri: dal più basso, l’Opera Ferdinando, a quello mediano, l’Opera Vittorio, e al più alto, l’Opera Carlo Alberto per un totale di 283 locali.

l culmine del rilievo, la più imponente delle tre opere è formata da una cinta su cui si appoggiano tutti i fabbricati e che racchiude al suo interno l’Opera di Gola, con il relativo cortile, posta a difesa del lato sud, e l’Opera Carlo Alberto con il grande cortile quadrangolare della Piazza d’Armi, circondato da un ampio porticato. Il primo piano dell’Opera ospita il Museo delle Alpi. Al pianterreno, lungo il Deambulatorio che si affaccia sulla grande Piazza d’Armi, si affacciano gli spazi dedicati alle mostre temporanee (Cannoniere, Cantine, Corpo di Guardia) e lo spazio Vallée Culture. Per maggiori informazioni vistate il sito fortedibard.it